Comunità Montana > Struttura organizzativa > Indice Regolamento > Regolamento Privacy: Scheda VIII°

regolamento privacy - scheda 8

SCHEDA N. 8

Attività politica, di indirizzo e di controllo, sindacato ispettivo e documentazione dell’attività istituzionale degli organi delle comunità montane

Fonte normativa
D.lg. 18.08.2000, n. 267; statuto e regolamento della comunità montana
Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento Attività di controllo, di indirizzo politico e di sindacato ispettivo e documentazione dell’attività istituzionale di organi pubblici (art. 65, commi 1, lett. b), e 4; art. 67, comma 1, lett. b), d.lg. n. 196/2003)
Tipi di dati trattati
Origine: razziale, etnica
Convinzioni: religiose, filosofiche, d’altro genere, politiche, sindacali
Stato di salute: patologie attuali, patologie pregresse, terapie in corso, relativi ai familiari del dipendente
Vita sessuale [soltanto in caso di eventuale rettificazione di attribuzione di sesso]
Dati di carattere giudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003)
Operazioni eseguite
Trattamento “ordinario” dei dati
Raccolta: presso gli interessati, presso terzi
Elaborazione: in forma cartacea con modalità informatizzate
Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle “standard” quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge: interconnessioni e raffronti, comunicazioni (come di seguito individuate) Particolari forme di elaborazione
Interconnessione e raffronti di dati con altri soggetti pubblici o privati: amministrazioni certificanti ai sensi del d.P.R. n. 445/2000
Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità:
amministrazioni interessate o coinvolte nelle questioni oggetto dell’attività politica, di controllo e di sindacato ispettivo Diffusione: limitatamente ai dati indispensabili ad assicurare la pubblicità dei lavori del consiglio della comunità montana presso l’albo pretorio del comune ove ha sede la comunità montana (d.lg. n. 267/2000)
Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Nell’ambito delle proprie prerogative, i consiglieri della comunità montana possono formulare atti sia di indirizzo politico, sia di sindacato ispettivo, secondo le modalità stabilite dallo statuto e dal regolamento interno della comunità montana. Le predette attività possono comportare il trattamento di dati sensibili e giudiziari riguardanti le persone cui si riferiscono i citati atti. Queste informazioni, eccetto quelle idonee a rivelare lo stato di salute, possono inoltre essere diffuse ai sensi del d.lg. n. 267/200 per assicurare il rispetto del principio di pubblicità dell’attività istituzionale (artt. 22, comma 8, 68, comma 3, e 65, comma 5, d.lg. n. 196/2003). Schema tipo regolamento dei dati sensibili e giudiziari – Comunità montane Queste informazioni, eccetto quelle idonee a rivelare lo stato di salute, possono inoltre essere diffuse ai sensi del d.lg. n. 267/200 per assicurare il rispetto del principio di pubblicità dell’attività istituzionale (artt. 22, comma 8, 68, comma 3, e 65, comma 5, d.lg. n. 196/2003).

<< torna all'indice