Comunità Montana > Struttura organizzativa > Indice Regolamento > Regolamento Privacy: Scheda VII°

regolamento privacy - scheda 7

SCHEDA N. 7

Gestione dei dati relativi agli organi istituzionali dell’ente

Fonte normativa
D.lg. 18.08.2000, n. 267
Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento Applicazione della disciplina in materia di esercizio del mandato degli organi rappresentativi (art. 65, commi 1, lett. a), d.lg. n. 196/2003)
Tipi di dati trattati
Origine: razziale, etnica
Convinzioni: religiose, filosofiche, d’altro genere, politiche, sindacali
Stato di salute: patologie attuali, patologie pregresse, terapie in corso, relativi ai familiari del dipendente
Vita sessuale [soltanto in caso di eventuale rettificazione di attribuzione di sesso]
Dati di carattere giudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003)
Operazioni eseguite
Trattamento “ordinario” dei dati
Raccolta: presso gli interessati, presso terzi
Elaborazione: in forma cartacea con modalità informatizzate
Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle “standard” quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge: interconnessioni e raffronti, comunicazioni (come di seguito individuate) Particolari forme di elaborazione
Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità:
a) Ministero economia e finanze nel caso in cui l’ente svolga funzioni di centro assistenza fiscale (ai sensi dell’art. 17 del d.m. 31.05.1999, n.164 e nel rispetto dell’art. 12-bis del d.P.R. 29.09.1973, n. 600); b) Ministero dell’Interno per l’anagrafe degli amministratori locali (ex art. 76 d.lg. n. 267/2000)
Diffusione: anagrafe degli amministratori locali (d.lg. n. 267/2000)
Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Oltre alle informazioni di carattere politico, sindacale, religioso e di altro genere, la comunità montana tratta i dati sanitari degli organi istituzionali al fine di verificare la loro partecipazione alle attività dell’ente. I dati vengono diffusi nei casi previsti dalla normativa in vigore (pubblicità dell’anagrafe degli amministratori locali ai sensi del citato d.lg. n. 267/2000). Le informazioni sulla vita sessuale possono desumersi unicamente in caso di rettificazione di attribuzione di sesso.

<< torna all'indice